Home » Archivio News » Orario lavorativo a menù, per la Zf di Padova è realtà dal 2001

Orario lavorativo a menù, per la Zf di Padova è realtà dal 2001

Cgil, flessibilità significa concentrarsi sulla condizione materiale dei lavoratori.

software concilia azienda e operai: ecco la VERA flessibilità


GIOVEDI' 15 APRILE 2010 - Labitalia gruppo IGN/ Adnkronos

PADOVA - Non è una novità, ma in un momento di crisi e di profondi mutamenti lavorativi, un po' di flessibilità non guasta mai. E si riscopre allora il cosiddetto 'orario a menù', in realtà ancora adottato da poche aziende, in virtù del quale i dipendenti possono, rispettando le 8 ore lavorative giornaliere, scegliere l'orario di entrata o di uscita. Una delle aziende che applica questo modello di flessibilità dal 2001 è la Zf Marine di Caselle di Selvazzano in provincia di Padova. La Zf, multinazionale tedesca, leader nelle trasmissioni meccaniche di potenza, nella sua filiale italiana conta circa 360 lavoratori.

"La contrattazione sugli orari - afferma a LABITALIA il segretario della Cgil Padova, Andrea Castagna - ha avuto inizio nel 2001 con la firma del primo accordo che è stato poi reiterato nel 2004. E' dunque nel corso del tempo che si è sviluppata la capacità di definire orari elastici di entrata e di uscita. Ovviamente si lavora sempre 8 ore, ma il lavoratore, previa una richiesta motivata da esigenze personali e familiari, può scegliere di entrare dalle 6 alle 9 di mattina e le 8 ore iniziano a scattare nel momento in cui timbra il cartellino.

In questo senso, la Zf, multinazionale che si confronta sul mercato e deve comunque garantire adeguati livelli di produzione con l'obiettivo di massimizzare il profitto, ha saputo concentrarsi sulla condizione materiale dei lavoratori che ricordiamo sono tutti altamente qualificati”".

 

E' infatti proprio questa alta professionalità ad aumentare il potere contrattuale degli operai della Zf, "perché è nell'interesse dell'azienda non disperdere queste competenze", prosegue Castagna, aggiungendo: "La Zf inoltre, essendo un'azienda soggetta a produzione stagionale, permette di lavorare 44 ore settimanali per un periodo di 8 settimane, alternate ad altre 8 in cui si lavora 32 ore, tutto senza ricorrere allo straordinario. La flessibilità per questa impresa non è una novità, contrariamente a molte altre realtà lavorative che rimangono ancorate a schemi più rigidi. La Zf inoltre si è mostrata all'avanguardia anche sulla questione del riconoscimento professionale e sull'inquadramento degli operai".

Leggi anche l'articolo de la Repubblica: Padova, la fabbrica senza orari l'operaio sceglie quanto lavorare

commenti
commenti (1)

CGIL NAZIONALE

CGIL NAZIONALE

CGIL BELLUNO

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

Camera del Lavoro di Belluno

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

seguici su twitter per essere sempre aggiornato

UFFICIO VERTENZE

UFFICIO VERTENZE - il portale dei lavoratori

ASSISTENZA LEGALE GRATTUITA

FONDO PENSIONE

FONDO PENSIONE - il portale dei lavoratori

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE

IL GAZZETTINO

IL GAZZETTINO - il portale dei lavoratori

SUNIA TUTELA PER INQUILINI

SUNIA  TUTELA PER INQUILINI - il portale dei lavoratori

federconsumatori

federconsumatori - il portale dei lavoratori

CORRIERE DELLE ALPI

CORRIERE DELLE ALPI - il portale dei lavoratori

FILCTEM Belluno

FILCTEM Belluno - il portale dei lavoratori

Fed. It. Lav. Chimici Tessile Energia Abbigliamento

Articolo 1

Articolo 1 - il portale dei lavoratori

web radio

I SERVIZI

I SERVIZI - il portale dei lavoratori

pensioni,infortuni,malattie p.maternità,rinnovo permessi...

MAI PIU' COMPLICI

MAI PIU' COMPLICI - il portale dei lavoratori

ORARI INCA BELLUNO

ORARI INCA BELLUNO - il portale dei lavoratori

clicca sull'immagine

SERVIZI FISCALI

SERVIZI FISCALI - il portale dei lavoratori

modello 730, modello unico, ici...

CANCELLARE SUBITO LA LEGGE bossi/fini