Home » Archivio News » «Legambiente sbaglia: s'è investito»

«Legambiente sbaglia: s'è investito»


Il sindaco Soppelsa: «Stiamo ancora lavorando con i fondi ricevuti»


DOMENICA 17 OTTOBRE 2010 - Corriere delle Alpi


di Cristian Arboit
CENCENIGHE. L'amministrazione comunale sente di non meritarselo. Parliamo del trattamento che Legambiente ha riservato a Cencenighe in prevenzione del rischio idrogeologico.  Il comune è stato inserito tra quelli dove s'è fatto meno sul fronte del rischio idrogeologico da calmierare.  Ma carte alla mano, il sindaco spiega che non è così, cominciando dal famigerato nodo idraulico Biois-Cordevole.  Nel 1966 Cencenighe fu uno dei comuni travolti dall' alluvione.  Una distruzione senza precedenti che provocò morti e feriti. Fu da lì che si capì come il territorio fosse fragile, forse più che altrove, nonostante la conca agordina sia tutta zona a rischio.  «Da allora si è investito molto sulla difesa idrogeologica», ricorda il sindaco, Mauro Soppelsa. «A inizio 2000 poi ci è arrivato un contributo di 9 miliardi di lire. Adesso stiamo utilizzando l'ultimo troncone di finanziamenti».  L'intervento del sindaco arriva a pochi giorni dalla pubblicazione del rapporto di Legambiente sul pericolo frane e alluvioni. Lo studio relega Cencenighe nella zona bassa della classifica, rifilandogli un impietoso due e mezzo. Secondo l'associazione il comune non avrebbe fatto abbastanza. Per il sindaco quella di Legambiente è stata un'analisi superficiale e porta un esempio: «La Luxottica è in una zona a rischio, ma per lo studio la soluzione ideale è quella di portare le aziende altrove. E' chiaro che per Cencenighe questo significherebbe chiudere lo stabilimento e perdere 400 posti di lavoro». Soppelsa invece evidenzia come molto si stia facendo proprio attorno alla Luxottica, in particolare per la messa in sicurezza del Torcol. Qui l'intervento sta entrando nella sua fase conclusiva.  Ritornando alla classifica, per il primo cittadino è prevalsa un'altra logica: «Legambiente ha fatto compilare dei moduli ai singoli comuni. Tutto era basato sull'autocertificazione. E' ovvio che a pagare siano stati i comuni più sinceri».  Soppelsa cita come dato inconfutabile la stagione di lavori iniziata con l'arrivo dei nove miliardi di lire del decreto Sarno. «Abbiamo ripristinato il torrente Chioit e la zona di Maseroz. Infine il Torcol», l'elenco delle opere portate a compimento. Adesso si metterà mano sul punto più delicato e monitorato, ovvero il nodo idraulico dove Biois e Cordevole si incontrano.  «Il progetto definitivo è quasi pronto. Stiamo aspettando gli elaborato», afferma il primo cittadino, che pensa già di arrivare alla formulazione del bando per i lavori a stretto giro di posta. L'intervento supera il milione di euro. Ma il ragionamento del sindaco si concentra anche sulle competenze: "Legambiente ha sbagliato bersaglio. I singoli comuni non possono fare grandi cose. Noi abbiamo avuto l'opportunità del decreto Sarno. Senza di questo, sarebbe stato difficile fare fronte a certe operazioni»


Cliccando sul titolo qui sotto potrete leggere l'articolo a cui si riferisce l'intervento del sindaco di Cencenighe: 
La montagna frana in 28 comuni

CGIL NAZIONALE

CGIL NAZIONALE

CGIL BELLUNO

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

Camera del Lavoro di Belluno

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

seguici su twitter per essere sempre aggiornato

UFFICIO VERTENZE

UFFICIO VERTENZE - il portale dei lavoratori

ASSISTENZA LEGALE GRATTUITA

FONDO PENSIONE

FONDO PENSIONE - il portale dei lavoratori

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE

IL GAZZETTINO

IL GAZZETTINO - il portale dei lavoratori

SUNIA TUTELA PER INQUILINI

SUNIA  TUTELA PER INQUILINI - il portale dei lavoratori

federconsumatori

federconsumatori - il portale dei lavoratori

CORRIERE DELLE ALPI

CORRIERE DELLE ALPI - il portale dei lavoratori

FILCTEM Belluno

FILCTEM Belluno - il portale dei lavoratori

Fed. It. Lav. Chimici Tessile Energia Abbigliamento

Articolo 1

Articolo 1 - il portale dei lavoratori

web radio

I SERVIZI

I SERVIZI - il portale dei lavoratori

pensioni,infortuni,malattie p.maternità,rinnovo permessi...

MAI PIU' COMPLICI

MAI PIU' COMPLICI - il portale dei lavoratori

ORARI INCA BELLUNO

ORARI INCA BELLUNO - il portale dei lavoratori

clicca sull'immagine

SERVIZI FISCALI

SERVIZI FISCALI - il portale dei lavoratori

modello 730, modello unico, ici...

CANCELLARE SUBITO LA LEGGE bossi/fini