Home » COMUNICATI » INCONTRO CON L’ A.D. ANDREA GUERRA

INCONTRO CON L’ A.D. ANDREA GUERRA

info...filctem...

COMUNICATO AI LAVORATORI su incontro del 19.10.2012 con l'a.d. Andrea Guerra
 

Si è svolto in Agordo venerdì 19 ottobre 2012 un incontro fra alti rappresentanti della direzione aziendale (Piergiorgio Angeli, responsabile delle risorse umane del gruppo Luxottica , Massimo Vian, responsabile capo delle operazioni nel mondo, e Andrea Guerra, amministratore delegato del gruppo medesimo e rappresentanti nazionali, territoriali  e di fabbrica (RSU degli stabilimenti italiani) dei tre sindacati confederati CGIL CISL e UIL.


I dirigenti summenzionati hanno in quest’occasione riferito che:

 

  • Luxottica si trova attualmente in ottima forma , e ciò si deve in primo luogo alla cosiddetta integrazione verticale e a un modello di controllo della produzione quanto a qualità e velocità, e con livello costante degli ordini  arretrati (o “backorder”);
  • vi è stata una continua ricerca nell’automazione, con una spesa relativa di 200 milioni,  così da passare dai 75 milioni d’occhiali del 2012 ai 100 previsti per il  2015;
  • si è fatto un enorme investimento a Sedico per la struttura e le linee d’assemblaggio (un milione ), con congruenti attività di formazione;
  • il 2012 ha dato grosse soddisfazioni , in particolare per un gruppo di cinque grandi Paesi (Messico, Cina, Turchia, India e Brasile), nei quali Luxottica punta a un modello di sviluppo adeguato che si integri alla cultura locale; la produzione è aumentata  in Brasile, Cina e Italia;
  • la Luxottica ha affrontato la crisi del 2008 puntando sulla vista;
  • i marchi Luxottica stanno benissimo;
  • sta per essere aggiornato anche il sistema informatico d’uso, con l’introduzione del SAP;
  • l’ammodernamento, fissato nel 2006 come obiettivo da raggiungere in cinque anni, è stato conseguito all’80%;
  • il marchio Armani è rientrato in Luxottica dopo 10 anni proprio per la floridezza dell’azienda (Giorgio Armani è azionista al  5% della Luxottica);
  • il gruppo dirigente è perciò grato alle maestranze di Agordo, che rimane il centro di un sistema produttivo che tende a prodotti sempre più divergenti rispetto a quelli cinesi del gruppo, nel senso che in Italia la Luxottica si caratterizza per il mantenimento di un aspetto di lusso ai suoi prodotti;
  • le condizioni del credito spingono alla consegna di lotti sempre più piccoli, soprattutto d’estate, il che induce all’impiego dell’istituto della flessibilità.

 

Gl’ interventi dei rappresentanti sindacali, e le successive repliche dei dirigenti aziendali, hanno riguardato:

 

  • la ricaduta per gli stabilimenti italiani nella vicenda Armani: i rappresentanti dell’azienda hanno differito la risposta a fra tre mesi; una linea comunque, quella dal prodotto più sofisticato, resterà in Italia, le altre due andranno in Cina;
  • il mantenimento della produzione in Italia nel caso di un rallentamento della crescita; la risposta, dalla parte dell’azienda, ha sottolineato necessità di diversificare e innovare materiali e prodotti finiti, nel senso di renderli più speciali e caratteristici, sempre più simili a raffinati prodotti d’orologeria e oreficeria; e che, comunque, in questi ultimi anni l’occupazione è cresciuta;
  • l’opportunità di adoperare la crescita anche  per l’occupazione e la stabilizzazione: i dirigenti aziendali hanno risposto che si potrà solo pensare a rendere stabile l’occupazione stagionale, e che l’incertezza sarà comunque dominante;
  • il rapporto coi terzisti, e i loro problemi, per esempio quelli relativi all’ottenimento del credito: da parte dei rappresentanti della direzione si è scaricata la colpa sui terzisti stessi, presentati come soggetti incapaci d’innovare e rischiare;
  • la Luxottica come caso di studio anche da parte del MIT di Boston, per i suoi successi, successi dovuti in buona misura al grande valore  e all’operosità delle maestranze: i dirigenti hanno convenuto sul carattere straordinario del caso Luxottica;
  • le relazioni sindacali con la Luxottica come modello per le altre aziende;
  • la frequenza e l’opportunità di incontri come quello presente, del 19 Ottobre: la risposta della controparte ha convenuto su tale opportunità, esprimendo anche l’idea che questi incontri possano essere più frequenti, per via dell’incertezza economica, che porta ad aumentare le occasioni di pianificazione e di comunicazioni.

Agordo 29/10/2012

CGIL NAZIONALE

CGIL NAZIONALE

CGIL BELLUNO

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

Camera del Lavoro di Belluno

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

seguici su twitter per essere sempre aggiornato

UFFICIO VERTENZE

UFFICIO VERTENZE - il portale dei lavoratori

ASSISTENZA LEGALE GRATTUITA

FONDO PENSIONE

FONDO PENSIONE - il portale dei lavoratori

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE

IL GAZZETTINO

IL GAZZETTINO - il portale dei lavoratori

SUNIA TUTELA PER INQUILINI

SUNIA  TUTELA PER INQUILINI - il portale dei lavoratori

federconsumatori

federconsumatori - il portale dei lavoratori

CORRIERE DELLE ALPI

CORRIERE DELLE ALPI - il portale dei lavoratori

FILCTEM Belluno

FILCTEM Belluno - il portale dei lavoratori

Fed. It. Lav. Chimici Tessile Energia Abbigliamento

Articolo 1

Articolo 1 - il portale dei lavoratori

web radio

I SERVIZI

I SERVIZI - il portale dei lavoratori

pensioni,infortuni,malattie p.maternità,rinnovo permessi...

MAI PIU' COMPLICI

MAI PIU' COMPLICI - il portale dei lavoratori

ORARI INCA BELLUNO

ORARI INCA BELLUNO - il portale dei lavoratori

clicca sull'immagine

SERVIZI FISCALI

SERVIZI FISCALI - il portale dei lavoratori

modello 730, modello unico, ici...

CANCELLARE SUBITO LA LEGGE bossi/fini