Home » Archivio News » Fiat, anche gli altri sindacati contro i licenziamenti

Fiat, anche gli altri sindacati contro i licenziamenti

 

La richiesta di ritiro delle procedure di mobilità presentata a Torino dalle sigle che hanno firmato il contratto di gruppo rifiutato dalla Fiom. Bonanni (Cisl): "Le sentenze si rispettano o il paese va allo sbando"

 

LUNEDI' 05 NOVEMBRE 2012 - repubblica.it

  

TORINO - "Fiat è oggi il peggiore ambasciatore che l'Italia può avere nel mondo". Un giudizio durissimo, senza appello, quello pronunciato dal segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ospite di 'Che tempo che fa'. Ma contro la scelta del Lingotto di avviare il licenziamento di 19 operai a Pomigliano per assumere altrettanti iscritti alla Fiom come chiesto dalla Corte d'appello di Roma oggi intervengono anche gli altri sindacati, quelli che hanno firmato il contratto di gruppo rifiutato dalla Fiom.

  

Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri hanno chiesto alla Fiat il ritiro della procedura di mobilità aperta per i 19 lavoratori di Pomigliano e la convocazione di un incontro urgente tra azienda e sindacati. Lo hanno fatto all'Unione Industriale di Torino in occasione della riunione sul contratto del gruppo.

  

La richiesta arriva dalle sigle sindacali che, a differenza della Fiom, hanno sottoscritto il contratto aziendale che ha sancito di fatto l'esclusione della Cgil dall'attività sindacale negli stabilimenti del gruppo e la conseguente guerra a colpi di ricorsi in molti tribunali d'Italia fra la Fiom e il Lingotto.

  

Divisi sull'accordo fondamentale per il piano di Sergio Marchionne, i sindacati ritrovano dunque un minimo di unità sulla vertenza campana dove la Fip (Fabbrica Italia Pomigliano) ha annunciato la messa in mobilità di 19 operai 1 dopo che la giustizia ordinaria aveva imposto la riassunzione di 145 operai con tessera Fiom esclusi nel passaggio alla newco.

  

"Entro oggi Fiat dovrebbe dirci la data dell'incontro che abbiamo chiesto, in seguito all'annuncio della mobilità per 19 operai a Pomigliano", ha detto Ferdinando Uliano, responsabile auto della Fim. "In apertura dell'incontro, abbiamo formulato la nostra contrarietà sulla decisione dell'azienda, per rispettare la sentenza del tribunale di Roma. Per noi è una decisione profondamente sbagliata, anche alla luce degli accordi che abbiamo preso nel luglio 2011 con l'azienda, che prevedono la riassunzione di tutti gli operai entro luglio 2013".

  

Già in mattinata, il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, aveva messo in guardia l'azienda sul rispetto delle pronunce dei giudici del lavoro: "O la Fiat ritira i 19 licenziamenti a pomigliano o faremo ricorsi - ha detto Bonanni - . Le sentenze si rispettano e non si discutono. O le sentenze vengono rispettate o il paese va allo sbando".

  

commenti

 
 

CGIL NAZIONALE

CGIL NAZIONALE

CGIL BELLUNO

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

Camera del Lavoro di Belluno

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

seguici su twitter per essere sempre aggiornato

UFFICIO VERTENZE

UFFICIO VERTENZE - il portale dei lavoratori

ASSISTENZA LEGALE GRATTUITA

FONDO PENSIONE

FONDO PENSIONE - il portale dei lavoratori

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE

IL GAZZETTINO

IL GAZZETTINO - il portale dei lavoratori

SUNIA TUTELA PER INQUILINI

SUNIA  TUTELA PER INQUILINI - il portale dei lavoratori

federconsumatori

federconsumatori - il portale dei lavoratori

CORRIERE DELLE ALPI

CORRIERE DELLE ALPI - il portale dei lavoratori

FILCTEM Belluno

FILCTEM Belluno - il portale dei lavoratori

Fed. It. Lav. Chimici Tessile Energia Abbigliamento

Articolo 1

Articolo 1 - il portale dei lavoratori

web radio

I SERVIZI

I SERVIZI - il portale dei lavoratori

pensioni,infortuni,malattie p.maternità,rinnovo permessi...

MAI PIU' COMPLICI

MAI PIU' COMPLICI - il portale dei lavoratori

ORARI INCA BELLUNO

ORARI INCA BELLUNO - il portale dei lavoratori

clicca sull'immagine

SERVIZI FISCALI

SERVIZI FISCALI - il portale dei lavoratori

modello 730, modello unico, ici...

CANCELLARE SUBITO LA LEGGE bossi/fini