Home » Archivio News » Cgil. La prima donna

Cgil. La prima donna


eletta oggi Susanna Camusso Segretario Generale al posto di Guglielmo Epifani.
clicca il link per leggere La Dichiarazione Programmatica



MERCOLEDI' 03 NOVEMBRE 2010 - il PANE e le rose


«Sarà un'avventura difficile, non solo per l'attacco alla Cgil, ma anche per lo stato in cui è l'Italia. Dobbiamo pensare ai lavoratori che attendono risposte». Così Susanna Camusso, pochi minuti dopo la sua elezione a segretario generale della Cgil, il più grande sindacato europeo che per la prima volta elegge alla sua guida una donna, una svolta sicuramente, un momento importante. Il 79% del direttivo della Cgil ha detto sì alla Camusso, che ringrazia «a tutto il direttivo, grazie a chi ha sostenuto la mia candidatura e grazie a chi l'ha contrastata. Un compito che avrò è essere un punto di direzione di tutto e per tutti». I no sono venuti dall’area la “Cgil che vogliamo”

 

. 
Ma vediamo brevemente chi è la “prima donna” della Cgil. Anni 55, dal 1975 impegnata nel sindacato a cui si è avvicinata coordinando le politiche delle 150 ore per la Flm (lo storico sindacato unitario dei metalmeccanici). Dal 1977 dirige la Fiom in una zona di Milano; nel 1980 entra nella segreteria Fiom di Milano e nel 1986 in quella regionale della Lombardia. Dal settembre del 1993 alla fine del 1997 è in segreteria nazionale della Fiom. Nel dicembre del 1997 viene eletta segretario generale della Flai Lombardia, incarico che ricopre fino all'elezione a segretario generale della Cgil Lombardia nel luglio del 2001; il 16 giugno 2008 è eletta in segreteria confederale. Come tutti coloro impegnati sul fronte della militanza ha fatto anche attività politica, ma l'incontro importante, l’impegno che ha caratterizzato tutta la sua attività, oltre a quello con il sindacato, è stato la pratica di movimento con le donne: nel 2005 fonda il movimento “Usciamo dal silenzio”. E tra i tanti temi toccati oggi nella prima conferenza stampa da segretario non poteva mancare un riferimento all’attuale spettacolo degli scandali di palazzo. «Si sta facendo un danno gravissimo al paese e si stanno offendendo le donne sempre più considerate merce e un corpo da vendere senza nessun rispetto per le loro persone, la loro cittadinanza. La condizione delle donne, d'altra parte, è il metro di misura della democrazia e su questo il paese non sta tanto bene. Per questo bisogna riconquistare la capacità di indignarsi e continuerò a sollecitare indignazione e reazione». Crisi economica, unità sindacale, rapporto con il governo e con l’opposizione, sciopero generale, Susanna Camusso ha subito toccato le questioni più importanti che dovrà affrontare a breve, non si sottrae e riconosce che «sarà un'avventura difficile», lo dice con la voce che tradisce un po’ di emozione. 



ULTERIORI NOTE BIOGRAFICHE  (tratte da: sollevazione.blogspot.com)

Ci pensa Il Sole 24 Ore a dirci con chi i lavoratori avranno a che fare, ovvero a tesserne sperticate lodi. Al di là dell'enfasi con cui viene elogiata la sua "disponibilità al dialogo e al compromesso" (che nel linguaggio affettato del giornale confindustriale significa null'altro che la propensione a subordinare gli interessi degli operai a quelli dei loro padroni), ovviamente contrapposta alla spigolosa FIOM, veniamo a sapere la cosa più importante. La Camusso è stata socialista, e ha fatto una controversa carriera nella CGIL in quota alla confraternita legata al vecchio PSI (fino al suo inabissamento e all'autoesilio di Craxi ad Hammamet). Di sicuro un ottimo pedigree, un promettente viatico, non per i lavoratori, s'intende, ma per i padroni.
 
Così  il Sole liscia il pelo della Camusso: «Un percorso, segnato da un profilo pragmatico-riformista, che 35 anni fa inizia fuori dagli steccati ideologici». In cosa consista il "pragmatismo-riformista" lo si spiega subito dopo: «Dunque l'affiliazione socialista le risparmia qualunque fascinazione, ancora presente in parte della FIOM di matrice comunista, verso un'idea di sindacato come palestra per allenare i lavoratori alla lotta di classe».
Chi ha orecchie per intendere intenda.
 
Nel 1996 la FIOM di Sabattini la rimosse dalla segreteria perché fu proprio lei ad aver voluto ad ogni costo un accordo integrativo con la FIAT sul lavoro notturno, che gli iscritti alla FIOM contestarono duramente, tra l'altro proprio perché penalizzava fortemente le donne. 

Ri-chiosa Il Sole 24 Ore: « Al di là di queste alchimie interne, il problema è costituito da quanto il profilo modernizzatore e riformista della Camusso potrà cambiare un organismo  pesante e novecentesco come la CGIL».
"Profilo modernizzatore e riformista". Quando i padroni usano queste parole, gli operai non possono che portarsi la mano sinistra sulle parti basse. E' fin troppo evidente che la Confindustria, schierata compatta con la linea intransigente Marchionne-Marcegaglia, spera di fare della Camusso il proprio Cavallo di Troia, allo scopo di piegare la FIOM e, quello che più conta, trascinare la CGIL al tavolo del negoziato affinché sottoscriva, come CISL e UIL hanno già fatto, il "Piano per l'Italia", ovvero far accettare ai lavoratori un regime neo-schiavista nelle fabbriche.

commenti


                                                                                                                            

CGIL NAZIONALE

CGIL NAZIONALE

CGIL BELLUNO

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

Camera del Lavoro di Belluno

CGIL BELLUNO - il portale dei lavoratori

seguici su twitter per essere sempre aggiornato

UFFICIO VERTENZE

UFFICIO VERTENZE - il portale dei lavoratori

ASSISTENZA LEGALE GRATTUITA

FONDO PENSIONE

FONDO PENSIONE - il portale dei lavoratori

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE

IL GAZZETTINO

IL GAZZETTINO - il portale dei lavoratori

SUNIA TUTELA PER INQUILINI

SUNIA  TUTELA PER INQUILINI - il portale dei lavoratori

federconsumatori

federconsumatori - il portale dei lavoratori

CORRIERE DELLE ALPI

CORRIERE DELLE ALPI - il portale dei lavoratori

FILCTEM Belluno

FILCTEM Belluno - il portale dei lavoratori

Fed. It. Lav. Chimici Tessile Energia Abbigliamento

Articolo 1

Articolo 1 - il portale dei lavoratori

web radio

I SERVIZI

I SERVIZI - il portale dei lavoratori

pensioni,infortuni,malattie p.maternità,rinnovo permessi...

MAI PIU' COMPLICI

MAI PIU' COMPLICI - il portale dei lavoratori

ORARI INCA BELLUNO

ORARI INCA BELLUNO - il portale dei lavoratori

clicca sull'immagine

SERVIZI FISCALI

SERVIZI FISCALI - il portale dei lavoratori

modello 730, modello unico, ici...

CANCELLARE SUBITO LA LEGGE bossi/fini